Il Forum del Premio Gaber

Versione completa: Latina - “Don Milani”
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
[Immagine: Premio%20Gaber%202012%20Don Milani.jpg]

Regione: Lazio
Provincia: Latina
Località: Latina
Ordine e grado: Istituto di Istruzione secondaria di primo grado
Denominazione: "Don Milani"

Ha partecipato: 3a edizione 2011/2012
Sezione: Teatro
Titolo del progetto: Pinocchio viene dal mare
Referenti interni: Silvana Accarino
Referenti esterni: Tiziana Battisti dell'associazione culturale "Opera Prima" di Latina

-----------------------------------------

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Alle ore 8.30 di oggi 18 maggio le classi prime e seconde medie dell’Istituto Comprensivo “Don Milani” di Latina hanno portato al Premio il loro lavoro intitolato “Pinocchio viene dal mare”. La costruzione del progetto ha coinvolto 14 ragazzi sotto la supervisione della professoressa Silvana Accarino coadiuvata dalla collaboratrice esterna Tiziana Battisti dell’Associazione Culturale Opera Prima di Latina.

La proposta di quest’anno della scuola laziale – dopo la scorsa partecipazione al premio – è un unico atto della durata di 25 minuti durante il quale si raccontano le vicende di un gruppo di ragazzi (mezzi asini e mezzi umani) fuggiti dal collodiano Paese dei Balocchi che si ritrovano in mare su un zattera poi inghiottita da un pescecane. Qui incontrano Pinocchio, come loro condannato ad un aspetto indesiderato. L’avventura che insieme vivranno in mare li aiuterà a credere in qualcosa e quindi a “farsi di carne e di ossa”.

I ragazzi si cimentano in scene corali anche molto coreografiche, su uno sfondo essenziale (la scenografia è praticamente inesistente e i costumi molto semplici) caratterizzato soprattutto dalle luci e dai teli. I dialoghi risultano molto simpatici e originali.

Le scuole presenti in sala, e cioè Loano (SV) e San Cesario (BO), hanno molto apprezzato il divertente e originale progetto proposto dai ragazzi laziali.

L'INTERVISTA

Alle ore 17.15 di oggi, 18 maggio, la media “Don Milani” di Latina ha tenuto la tradizionale intervista, dopo aver presentato stamattina il loro spettacolo dal titolo “Pinocchio viene dal mare”.

“La professoressa Tiziana è venuta in tutte le classi a cercare ragazzi per fare il corso di teatro. Poi abbiamo fatto un po’ di giocoleria e poi abbiamo fatto un copione e abbiamo lavorato su quello”.
“Siamo ragazzi di prima e seconda media. È stato facile legare all’inizio ora [c’è appena stato un litigio, NdR] un po’ meno…”
“Comunque il messaggio dello spettacolo era che se non ci si appassiona a nulla non si diventa nessuno. Se non si ha nessun ideale non si va avanti nella vita – si rimane ciuchi”.
“La sceneggiatura è tutta della professoressa, però mentre facevamo le prove dicevamo qualcosa anche noi; anche sulle scene. Per i personaggi, ognuno diceva le proprie qualità e Tiziana ci plasmava i personaggi. I nostri personaggi li sentivamo davvero ‘nostri’: è stato un po’ difficile perché c’era molto da imparare, il testo, i passi etc.”
“Le difficoltà che abbiamo trovato era nell’interpretazione, imparare a memoria, imparare il balletto, parlare lentamente (perché per la vergogna spesso si va veloci). La vergogna poi passa, bisogna abituarsi – dopo le prime battute. Appena è finita la prima scena, ci siamo scaricati dietro le quinte ‘e vai abbiamo iniziato!’”.
“Ci siamo divertiti molto qui, ma c’erano moltissime cose da fare… dovevamo spostarci in continuazione. La cosa che non ci dimenticheremo mai è stato – oltre fare lo spettacolo – vedere le nostre stanze”
“Abbiamo fatto il laboratorio con Diletta e ci siamo molto divertiti. Forse la serata di presentazione è stata un po’ difficile perché non si vedevano bene le parole… cambieremmo la serata di presentazione con una partita di pallone!”
“Venire a questa esperienza è stato molto bello: è stato emozionante e soprattutto l’importante era partecipare. Ma anche per fare lo spettacolo e per saltare 2 giorni di scuola. Anche per farsi nuovi amici.”
“Durante la preparazione dello spettacolo ci siamo divertiti molto – a parte quando Tiziana si arrabbiava e se ne andava. È stato bello venire qui perché conosciamo nuove persone ma anche nuovi posti – nessuno era stato in Toscana prima”

Un saluto “Ciao!”
URL di riferimento