Il Forum del Premio Gaber
io ci sono - Versione stampabile

+- Il Forum del Premio Gaber (http://www.premiogaber.it/forum)
+-- Forum: Benvenuti nel Forum del Premio Gaber (/forumdisplay.php?fid=1)
+--- Forum: Presentazioni (/forumdisplay.php?fid=9)
+--- Discussione: io ci sono (/showthread.php?tid=78)



io ci sono - zero - 13-05-2012 04:17 PM

ho avuto la fortuna di frequentare il premio gaber quest'anno e di conoscere tanti ragazzi con cui ho parlato fino a tarda notte
e ho capito che siamo in tanti a pensare tutti le stesse cose e avere gli stessi desideri
e allora basta
dobbiamo attivarci e creare il movimento che desideriamo invece che parlare senza un seguito
aveva ragione alessio quando diceva che noi non dobbiamo essere il futuro ma il presente
un presente che ci dobbiamo creare e guadagnare perche i bastardi che pilotano la ricchezza in questi società non ci regaleranno mai niente
anzi ci vorranno sempre più molli e stupidi
ma io non ci sto
e sono sicuro che anche a voi non va bene
ho scelto questo nick dopo aver pensato erroneamente di scegliere com nick la parola "uno" perché volevo essere il primo a scagliare la pietra di una lunga lista
ma poi ho capito che potrebbe aver dato l'idea che mi volessi proporre come "numero uno" o "il primo" della lista
io invece voglio essere solo essere "uno" di tanti
e vediamo quanti vogliamo essere
quindi vi aspetto
IN TANTI


RE: io ci sono - carla baracco - 15-05-2012 10:25 PM

be', noi con i numeri ci abbiamo giocato e una delle interpretazioni possibili del nostro numero zero era che il viaggio più importante da compiere è quello a zero km da noi stessi, cioè il nostro intimo, noi stessi! Forse è la strada giusta per cambiare davvero!


RE: io ci sono - giovanna - 20-05-2012 02:29 PM

per chè "zero km"? per raggiungere il nostro intimo , a volte , è neccessari fare "il giro del mondo".


RE: io ci sono - carla baracco - 27-05-2012 02:33 PM

E in effetti nel nostro spettacolo c'era chi aveva il km zero del viaggio introspettivo e chi (tanto per citare il numero massimo rappresentato) il 1200, numero reale della distanza d da Torino ad una città della Repubblica Ceca, ma anche simbolico in quanto rappresenta la lontananza, la scoperta, il viaggio reale, appunto. In mezzo tanti altri numeri che si incontrano, che si scambiano, mai veramente definitivi perché la ricerca della nostra città ideale è sovente metafora della ricerca della vita e del suo senso più profondo