Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Castelpetroso (IS) - “O. D’Uva”
16-05-2012, 08:08 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 31-10-2012 11:02 AM da Editor.)
Messaggio: #1
Castelpetroso (IS) - “O. D’Uva”
[Immagine: Premio%20Gaber%202012%20DUva.jpg]

Regione: Molise
Provincia: Isernia
Località: Castelpetroso
Ordine e grado:Scuola Primaria
Denominazione: "O. D'Uva"

Ha partecipato: 3a edizione 2011/2012
Sezione: Teatro
Titolo del progetto: I pesc…attori: lo schiaccianoci
Referenti interni: Carmela Fuschino
Referenti esterni: Diana Maddonni e Maurizio Delli Caprini dell'associazione "Fol.Tea.M." di Pettoranello di Molise (IS)

-----------------------------------------

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Alle ore 8.45 di oggi 16 maggio i ragazzi delle classi I-II-III e IV dell’Istituto Comprensivo “Orazio D’Uva” di Castelpetroso (IS), hanno presentato il progetto intitolato “I pesc…attori: lo schiaccianoci”.
Al progetto hanno partecipato 25 ragazzi sotto la direzione della professoressa Carmela Fuschino, che si è avvalsa della collaborazione di Diana Maddonni e Murizio Delli Carpini dell’Associazione Fol.Tea.M. di Pettoranello di Molise (IS).

Lo progetto prevede la messa in scena della fiaba “Il principe Schiaccianoci”, una parodia dell’opera musicale di Tchajkowskj. Clara - la protagonista - è una ragazzina come tante che scopre cosa vuol dire crescere, impara ad apprezzare il valore dell'amicizia e infine a riconoscere la ricchezza della diversità che è fonte di unione e rende ciascun individuo libero.

Il protagonista principale è naturalmente la musica, che accompagna e guida la rappresentazione. I bambini, muovendosi in una scena piuttosto definita, sfoggiano costumi elaborati e propongono dialoghi originali e divertenti, alternandoli con momenti più propriamente coreografici - come quelli allestiti per la festa della Fata Confetto e la lotta contro Re Topo e i suoi scagnozzi.

Il simpatico e coinvolgente progetto proposto dai ragazzi molisani ha riscosso molta attenzione anche da parte delle scuole presenti in sala, e cioè la media di Tizzano Val Parma (PR) insieme ai genitori degli stessi ragazzi di Catelpetroso (IS).

L'INTERVISTA

Alle ore 10.00 di oggi, 17 maggio, l’elementare “d’Uva” di Castelpetroso (IS) ha tenuto la tradizionale intervista, dopo aver presentato ieri pomeriggio lo spettacolo dal titolo “I pesc…attori: lo schiaccianoci”.

“A noi è piaciuto molto lo Schiaccianoci. Abbiamo provato a fare diverse cose perché le maestre non sapevano cosa fare; volevamo fare ‘La principessa dei libri’ ma dava un messaggio troppo negativo. Invece lo Schiaccianoci ci è piaciuto. Il nostro spettacolo aveva come tema la libertà”.
“Ci siamo divertiti a fare teatro: stata un’esperienza veramente mitica! Perché è la recita più bella del mondo – ma anche perché non siamo andati a scuola. Per fare questo spettacolo abbiamo fatto anche le prove e uno si è ammalato e abbiamo avuto bisogno di un sostituto. Noi abbiamo saputo che saremmo venuti a Grosseto da gennaio. Ci siamo trovati benissimissimo a lavorare insieme. Ci siamo aiutati a vicenda. Abbiamo suggerito un po’ quando glia altri non si ricordavano. Siamo 4 classi, dalla prima alla quarta. Abbiamo prima fatto dei giochi per lavorare in sincronia. Ora siamo come dei fratelli”.
“Fare teatro è stato facile per noi: forse per quelli più grandi è stato più facile, perché hanno già fatto teatro 2-3 anni. I più grandi hanno aiutato i più piccoli”.
“Un altro importante tema del nostro spettacolo è che la diversità è ricchezza: non importa come sei. Tutti siamo diversi, ognuno ha una qualità. Un’altra lezione potrebbe essere quella di non arrendersi mai – questo è successo anche a noi ragazzi, che non credevamo di farcela a fare certe cose. Abbiamo imparato qualcosa in più rispetto a quando abbiamo iniziato”.
“Abbiamo avuto delle difficoltà, per il fatto che un bambino si è sentito male e abbiamo dovuto sostituirlo”
“Abbiamo visto lo spettacolo del ‘Piccolo Principe’ [della scuola di Grosseto, NdR] e ci è piaciuto molto. Ci è piaciuto anche quello dei ragazzi di Crotone, sulla libertà: ci piacevano i personaggi. Alcuni di noi preferiscono il teatro di parola, altri invece hanno molto apprezzato il loro teatro gestuale”.
“Ci sono piaciuti gli spettacoli e tutto il resto qui. Anche il laboratorio con Diletta ci è piaciuto molto – anche tutti i giochi che ci hanno fatto fare, anche quello dei sinonimi in inglese e quello del baobab”.

Un saluto “Ciao!”
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)