Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Casoli (CH) - "A. Marino" [2° progetto]
14-04-2014, 10:39 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 22-07-2014 10:08 AM da Valentina.)
Messaggio: #1
Casoli (CH) - "A. Marino" [2° progetto]
[Immagine: Premio%20Gaber%202014%20Marino.jpg]

Regione: Abruzzo
Provincia: Chieti
Località: Casoli
Ordine e grado: Istituto di Istruzione secondaria di secondo grado
Denominazione: "A. Marino"

Ha partecipato: 5a edizione 2014
Sezione: Cinema
Titolo del progetto: Booktrailer
Referenti interni: Agnese Verdecchia
Referenti esterni: --

-----------------------------------------

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Nei tre video si racconta la storia di Cosimo Piovasco di Rondò, tratta dal volume “Il barone rampante” di Italo Calvino, che si rifiuta di mangiare un piatto di lumache. Il ragazzo, di conseguenza, si rifugia sugli alberi e si impegna a non scendere più a terra quale atto di disubbidienza. Dagli alberi Cosimo si accorge di un mondo diverso e più bello. Osserva il lavoro dei contadini, il paesaggio circostante. Andando a caccia si fa un nuovo amico: il cane bassotto Ottimo Massimo. Cosimo riceve il titolo di barone, baratta la cacciagione con i libri, organizza squadre anti-incendio. Si innamora di Viola, la vicina di casa, vive molte altre avventure e conosce addirittura Napoleone.
Cosimo ormai vecchio e stanco (65 anni), appagato della sua vita contro corrente, si aggrappa a una mongolfiera e si butta in mare lontano dal suo paese.
I tre video, prodotti dal gruppo di lavoro costituito dai quattro studenti, dimostrano che i ragazzi sono riusciti a fare una sintesi del libro in questione. D’altronde, la capacità di sintesi è un esercizio sempre più richiesto a scuola poiché consente di dimostrare che si è in presenza di un vero processo di apprendimento da parte degli studenti. La scelta di elaborare e presentare tre video è stata seguita al fine di offrire agli studenti la possibilità di fare esperienza diretta e creativa con i programmi di montaggio video. Il book trailer possiede tutte le qualità che Calvino pensava di traghettare nella letteratura del nostro millennio: leggerezza, rapidità, esattezza, visibilità, molteplicità. Sono queste le qualità che alimentano anche la vita.
Il book trailer è considerato, non una semplice pubblicità, ma un “oggetto multimediale” volto a promuovere la lettura e a diffondere le passioni da essa suscitate in maniera innovativa, tecnologica e multimediale. Poichè le generazioni più giovani vivono in una cultura sostanzialmente d'immagine digitale, facilmente utilizzabili e trasformabili, è naturale per loro cimentarsi in una riflessione sul testo scritto attraverso il linguaggio visivo, oltre che attraverso quello testuale.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)