Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Bergamo - "S. Alessandro"
14-04-2014, 10:42 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 22-07-2014 09:45 AM da Valentina.)
Messaggio: #1
Bergamo - "S. Alessandro"
[Immagine: Premio%20Gaber%202014%20SantAlessandro.jpg]

Regione: Lombardia
Provincia: Bergamo
Località: Bergamo
Ordine e grado: Istituto di Istruzione secondaria di secondo grado
Denominazione: "S. Alessandro"

Ha partecipato: 5a edizione 2014
Sezione: Teatro
Titolo del progetto: E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce (Giovanni 3,19)
Referenti interni: Enea Santoro
Referenti esterni: --

-----------------------------------------

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

La vicenda è ambientata in un futuro remoto, quando ormai gli uomini hanno colonizzato svariati pianeti nella spasmodica ricerca di risorse naturali e si spostano dall’uno all’altro servendosi della tecnologia del teletrasporto.
Durante uno di questi viaggi un Uomo, a causa di un malfunzionamento della strumentazione, rimane intrappolato in una sorta di limbo: un luogo buio, tetro, sconosciuto.
Non ci sono luci e non c’è campo per la ricezione delle comunicazioni.
La disperazione e lo smarrimento prendono il sopravvento, quand’ecco che scopre di non essere solo.
Si trova in un tribunale presieduto da inquietanti figuri.
Mefistofeliche creature lo sottopongono ad un processo con la terribile accusa di aver infranto ogni legge naturale.
La sua sorte sembra ormai segnata, ma la Luce gli darà il coraggio di sperare in un diverso finale.
L’Uomo cercherà dentro di sé la determinazione necessaria per liberarsi dai pesanti sensi di colpa e per essere assolto.
Spetterà soltanto a lui scegliere il proprio destino ?

Lo spettacolo è stato presentato in occasione di BERGAMOSCIENZA 2013 e rappresenta il frutto del Laboratorio Teatrale organizzato in orario pomeridiano e rivolto a tutti i ragazzi dei licei dell’istituto che desiderano verificare quanto di bello e di educativo offra l’esperienza del teatro.
Ci si mette in gioco (docente responsabile compreso) attraverso il canto, la danza, la musica, le posture e la recitazione. Tutto è vissuto come un’occasione unica e magica per sperimentare se stessi.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
08-05-2014, 08:38 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-05-2014 09:00 AM da ISISS ANTI VILLAFRANCA VR.)
Messaggio: #2
RE: Bergamo - "S. Alessandro"
Ciao sono Cristiano del Carlo Anti e penso che l'unione di musica, danza e teatro, l'espressività degli attori e le loro grandi capacitá hanno messo in secondo piano il fatto che lo spettacolo sembrasse una sola lunga scena creando quasi un ritmo lento in alcuni punti per il resto non posso che congratularmi, siete dei grandi!!!

Ciao, sono Sara, mi sarebbe piaciuto avere più tempo per parlare con voi del vostro spettacolo, perché credo che non tutti, io compresa, abbiamo compreso a pieno la trama. Mi ha colpito molto l'espressivitá e l'impegno di tutti i ragazzi, soprattutto la capacità di mantenere il personaggio per tutto il tempo dello spettacolo, anche chi aveva poche battute. Bella anche la musica! Complimenti ragazzi!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
08-05-2014, 11:12 AM
Messaggio: #3
RE: Bergamo - "S. Alessandro"
Grazie perchè ci avete fatto entrare nel vostro mondo togliendoci il fiato e regalandoci forti emozioni. Il livello di preparazione di tutti i componenti è molto alto e si percepiva anche quando eravate fermi su una sedia. Avete curato tutti gli aspetti della vostra rappresentazione:
- testo, costumi, trucco e parrucco, interventi musicali e di balletto,gestualità.
Vi facciamo tanti complimenti e speriamo di veder presto un nuovo vostro lavoro.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)