Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Termini Imerere (PA) - "G. Ugdulena"
14-04-2014, 10:44 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 22-07-2014 09:59 AM da Valentina.)
Messaggio: #1
Termini Imerere (PA) - "G. Ugdulena"
[Immagine: Premio%20Gaber%202014%20Ugdulena.jpg]

Regione: Sicilia
Provincia: Palermo
Località: Termini Imerese
Ordine e grado: Istituto di Istruzione secondaria di secondo grado
Denominazione: "G. Ugdulena"

Ha partecipato: 5a edizione 2014
Sezione: Cinema
Titolo del progetto: Heroes
Referenti interni: Marianna Di Giorgi
Referenti esterni: --

-----------------------------------------

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Il docufilm “Heroes “intende approfondire un percorso sulla figura dell’eroe, tra passato presente e futuro: un tema provocatorio, ma di rovente attualità. Diciamoci la verità, chi sono gli eroi di oggi? In un’epoca forse come mai vuota di modelli di riferimento da seguire, in cui dilagano corruzione e superficialità proprio in quegli ambienti che sarebbero deputati a incarnare gli ideali da trasmettere alle nuove generazioni, ci siamo interrogati sulle figure che potremmo considerare eroi.
Potremmo essere eroi...
...quando non ci pieghiamo alla logica delle “raccomandazioni” e del “falso merito”
...quando si è leali con se stessi e con gli altri
...quando facciamo prevalere la logica dell’altruismo sull’egoismo
...quando con piccoli gesti quotidiani riusciamo o almeno ci proviamo ad ottenere grandi risultati, importanti per noi stessi e per il prossimo
...quando si supera quella paura che ci può frenare nelle scelte e negli atteggiamenti anche apparentemente irrilevanti, piccoli di ogni giorno, ma che possono lasciare il segno
Non a caso la paura e la violenza sono i mezzi attraverso cui anticulture come la mentalità mafiosa o la criminalità hanno cercato di intimidire il singolo per soggiogarlo, impedendone la libertà di scelta o di espressione.
Tornando indietro nel tempo il mondo classico ci ha offerto vari esempi di eroi... Dall’epica omerica ai giorni nostri eroe è chi si distingue. I nostri nonni, i nostri padri avevano degli eroi da seguire.
Eroi oggi sono i giudici Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, l’imprenditore Libero Grassi, il sindacalista e politico Mico Geraci, il sacerdote e formatore di coscienze Padre Pino Puglisi, il giovane Peppino Impastato. Persone “comuni” che hanno sfidato nemici grandi come la mafia e il pizzo. Ma lo è anche Rosalia Pipitone, appartenente a una famiglia mafiosa, ma che alla sua condizione si è ribellata con le piccole scelte di ogni giorno, con la voglia di studiare, di leggere, di reclamare uno spazio per sé, affermando il proprio desiderio e il proprio diritto di libertà contro la cieca prepotenza e la violenza di chi scambia il possesso egoistico con i legami familiari. Eroi. Martiri. Uomini e donne. Spesso lasciati soli. Ma bisogna proprio essere martiri per essere eroi? O forse, uniti, possiamo provare a cambiare le cose? “Trasformate quotidiano in eroico e l’eroico in quotidiano” (Giovanni Paolo II), forse è tutto qui. Abbiamo provato a chiederci chi siano gli eroi nel quotidiano di oggi. E abbiamo provato a rintracciarne qualcuno.
“Se ci fosse un uomo...” scriveva Giorgio Gaber, immaginando il sogno di una nuova umanità. O, guardandoci intorno, più di uno. Forse possiamo crederci.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)